Crea sito
Get Adobe Flash player

feltro

Pagina 2 di 2
1
2

Il problema nel mio laboratorio è sempre lo stesso…lo spazio. E allora, almeno una volta la settimana, recupero dall’oblio pezzetti di feltro, di stoffa, bottoni spaiati. gomitolini di lana colorata e quanto altro, da solo, difficilmente avrebbe un senso, ma combinato tutto assieme…….il feltro è ricoperto da un pezzo lavorato a maglia con resti di lana colorata ed ecco il mio primo lavoro dal sapore vagamente natalizio…

borsa rossa

Quando il caos nel mio laboratorio diventa insostenibile, è il momento in cui mi prende il furore dell’ordine e a quel punto salta fuori di tutto…pezzetti di feltro, bottoni spaiati…pezzi di corda, rotolini di lana colorata, pezzetti di cotonina a quadretti…troppo carina per buttarla via…e a quel punto due sono le ipotesi, o si butta via tutto o si aguzza l’ingegno. Assolutamente incapace di buttare via anche uno spillo senza tentare almeno di utilizzarlo, provo a dare forma a tutto…il feltro, i bottoni e la lana diventano portacellulari, portasigarette,porta qualunque cosa, belli colorati,facendo attenzione a combinare bene i colori che nelle cose semplici i dettagli sono importanti. La cotonina, e lo spago erano più difficili da rimaneggiare, ma alla fine è nata lei….Matilde   portacellulariImmagine

 

Ho scoperto il piacere di lavorare il feltro da poco tempo. E’ un materiale, versatile e relativamente semplice da gestire. Io lo uso molto per le borse e per le pantofole e mi piace cucire tutto a mano perché mi sembra che alla fine così le mie creazioni abbiano un calore diverso. Certo non avrò mai mani perfette da manicure…tagli e calletti non mancano, ma non rinuncerei per nulla al mondo alla soddisfazione di veder nascere oggetti senza l’ausilio di nient’altro che le mie mani, ago, filo robusto e feltro colorato. A volte confeziono le borse lasciando il feltro a vista, altre volte lo uso per l’interno della borsa che viene rivestita con lana lavorata ai ferri o all’uncinetto o con stoffe di recupero (l’ideale sono i cappotti vecchi…mai buttare via nulla). Per le pantofole la difficoltà maggiore sono le misure…così ho chiesto aiuto al calzolaio del paese che mi ha dato le misure esatte dei vari numeri di scarpa. Tenete conto che, dopo un po’ che si indossano, queste pantofole, essendo di feltro, cedono un po’, quindi, meglio sentirle un po’ strette all’inizio e lasciare che prendano la forma del piede. Vi mostro quanto mi è rimasto in laboratorio dopo la stagione invernale, ma sto già lavorando per la nuova collezione.Immagine borseImmagine pantofole

 

100_2245rdae

 

 

 

 

 

 

Pagina 2 di 2
1
2

Per info o acquisti

[email protected]

il mio negozio

Subscribe to my posts



Created by Webfish.

Archivi